Sabato 16 Maggio - Contattilazioni

Gli spazi espositivi sono stati caratterizzati dalla presenza di Tavole Tattili, di varia foggia e misura, per compiere delle "contattilazioni", ovvero dei viaggi astratti di mani: come declamato da Filippo Tommaso Marinetti nel suo "Manifesto sul Tattilismo", a cui l'iniziativa si ispira.
Le suggestioni tattili provocate dalle tavole sono state arricchite e completate da "sonorizzazioni" curate dal Centro di Produzione Sperimentale della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università di Macerata, coordinato dal prof. Paolo Marzocchi.
Gli utenti intervenuti, bendati, hanno dato vita ad un eccitante atto percettivo-estetico ricco di stimoli e suggestioni.
L'iniziativa, curata da Massimiliano Trubbiani, operatore del Museo Omero, è stata accompagnata da un laboratorio didattico, specialmente indicato per un pubblico di bambini e ragazzi, incentrato sulla creazione di piccole Tavole tattili, attraverso l'utilizzo di diversi tipi di materiali.

Tavola Tattile Sudan - Parigi

Visitatore esplora tavola tattile Sudan Parigi di Filippo Marinetti

Tavola tattile Il Bello...impossibile

Bello impossibile

Tavola tattile Lupus in fabula

Lupus un fabula

Tavola tattile Uno e tutto

Tavola tattile Meriggiare Pallido e Assorto