Le sculture di Wiligelmo sono il primo grande ciclo dell'arte italiana. La facciata della cattedrale racconta gli episodi fondamentali della genesi: creazione dell'uomo, della donna, peccato originale. Viste da vicino dimostrano la genialità dello scultore.

Tutto in Wiligelmo è essenziale. Ha un senso del rilievo plastico essenziale. Niente è inutile. Non ci sono compiacimenti estetici e tutto trasmette una potenza assoluta. Wiligelmo si può dire che si rifaccia alla scultura classica romana provinciale, è un moderno, recupera lo stile classico romano ma lo esprime secondo canoni a lui attuali.

Wiligelmo fu un importante esponente di quella scultura romanica che possiamo collocare fra l'Undicesimo e il Tredicesimo secolo. Le opere per cui è maggiormente ricordato sono quelle realizzate per la cattedrale di Modena.

Le opere al Museo: