Un anno è passato da quel 14 ottobre che ha strappato all'affetto degli amici ed alla stima di tutti, la vita di Roberto Farroni, Tutta la Città lo ha pianto per la sua scomparsa immatura e per quanto aveva saputo fare per lo sviluppo culturale della città di Ancona.
Oggi, a distanza di un anno e con la composta mestizia che il tempo distende sulla memoria dei fatti più dolorosi, vogliamo ricordarlo, quasi sorpresi che non sia ancora qui con noi!
Roberto era un grande catalizzatore e sapeva splendidamente compenetrare persone e situazioni per costruire le più belle opportunità. "Sinergia" era la parola che più gli piaceva e possedeva una magica capacità di unificare energie e aspirazioni orientandole verso un comune obiettivo.
Il Museo Omero anche senza di lui continua a percorrere la sua strada, ma ci mancano la sua simpatia ed il suo buonumore, la sua capacità di raccogliere intorno a sè collaboratori entusiasti; ci mancano la sua concretezza e la sua lungimiranza.
(Aldo Grassini)