Mostra Cerna Hora

Progetto “Umano Divino”

Ambasciata d’Italia a Praga, Museo Omero, Istituto Italiano di Cultura.

Černá Hora, Biblioteca Comunale: 27 settembre - 26 ottobre 2008.

Nella Moravia più antica e ricca di tradizioni e di storia si inaugura sabato 27 settembre, presso la Biblioteca Comunale di Černá Hora, la rassegna d’arte “Umano Divino”, che anticipa e precede la mostra di Praga. Si tratta di un’esposizione ideata e organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Praga, guidata da Fabio Pigliapoco, dall’Istituto Italiano di Cultura di Praga, dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, presieduto da Roberto Farroni.

Černá Hora è un’accogliente e caratteristica città di montagna, sede della Birreria storica artigianale più antica della Repubblica Ceca “Pivovar Černá Hora” che risale al 1298 e ed è diretta dall’Ing. Jiří Fusek. Qui il passato si coniuga con un presente dinamico e ricco fermenti.
L’ing. Fusek, che riveste anche la carica di presidente del Circuito di Birrerie artigianali di tutta Europa ed è promotore di numerosi eventi culturali in ambito cinematografico nel suo Paese, visitò il Museo Tattile Statale Omero la scorsa estate, apprezzandone l’unicità e la filosofia riassunta nello slogan “Toccar l’arte con noi si può”. Da quel primo incontro con il presidente Farroni nacque l’idea di esportare l’esperienza del Museo Omero anche a Černá Hora, all’interno di un tipico Festival culturale che ogni anno, nell’ultimo week-end di settembre, viene organizzato in questa località.


La rassegna di Černá Hora
, curata dall’architetto Massimo Di Matteo, racchiude un’ampia selezione di opere (riproduzioni e originali) del Museo Omero: dal “Poseidone di Capo Artemisio” al modellino del Partenone, dalle rinascimentali Pietà di “San Pietro” e “Rondanini” di Michelangelo alla scultura contemporanea di Vittorio Morelli “Della Santa natura il Santo”. Opere che sono affiancante da un rilevante e corposo nucleo del lavoro creativo di Felice Tagliaferri, scultore non vedente che il Museo Omero promuove in ambito nazionale e internazionale. Dalle sue mani, guidate da un’incredibile capacità tattile, prendono forma, nella creta come nel marmo, personaggi indimenticabili come “La nonna del sud” o “La donna nel vento”.
La mostra è realizzata in collaborazione con iGuzzini Illuminazione e la SONS (Associazione nazionale corrispondente dell’Unione Italiana dei Ciechi ed Ipovedenti), con l’apporto di Unipol e Lucesole Trasporti. Tutte le opere saranno aperte all’esplorazione tattile e supportate da ausili didattici audio e Braille.

All’inaugurazione di sabato 27 settembre saranno presenti: l’ambasciatore d’Italia a Praga Fabio Pigliapoco, il presidente Roberto Farroni con una delegazione del Museo (Aldo Grassini, Daniela Bottegoni, Annalisa Trasatti), il curatore dell’allestimento Massimo Di Matteo, l’artista Felice Tagliaferri, l’Ing. Jiří Fusek della Birreria Cerna Hora, Umberto Rinaldi, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga.
Un’operazione culturale che vede il contributo e il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche, e il patrocino della Provincia di Ancona e del Comune di Ancona.
“Umano Divino” è un progetto che avrà il suo apice a Praga in un grande evento a partire dal mese di novembre.

Link interni:

Link esterni: