Un Momento dell'inaugurazione

20 novembre 2008 - 31 gennaio 2009
Praga, Istituto Italiano di Cultura

Ambasciata d’Italia a Praga
Museo Tattile Statale Omero
iGuzzini Illuminazione

Una mostra per una esplorazione visiva e tattile

Alle 18 in punto del 18 novembre è stata inaugurata presso l’Istituto di cultura italiana di Praga la mostra dedicata al Museo Omero intitolata “Umano Divino. Conoscere la Forma”.

Di fronte alla copia del Satiro Danzante di Mazara del Vallo magistralmente illuminato dalla ditta iGuzzini, con un vero e proprio laboratorio che permette di dare personali interpretazioni della luce e agli ipovedenti di adattare l’elemento luminoso alla proprie esigenze individuali, erano presenti l’Ambasciatore d’Italia Fabio Pigliapoco, il Sindaco di Ancona Fabio Sturani, la Presidente della Provincia Patrizia Casagrande, l’imprenditore Adolfo Guzzini, il Presidente del Museo Roberto Farroni e il Direttore dell’Istituto di Cultura Umberto Rinaldi.

Con questa mostra il Museo Omero, autentica enciclopedia tridimensionale di storia dell’arte e unica struttura statale dedicata alla fruizione tattile di capolavori antichi e moderni, tocca un’altra grande città Praga, che sarà nel 2009 capitale europea per la cultura. Tutti gli intervenuti hanno sottolineato questo aspetto considerando la presenza del Museo nella capitale ceca come l’anticipazione di questo evento.

La rassegna, che rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2009, è promossa dall’Ambasciata d’Italia a Praga, il Museo Tattile Statale Omero e iGuzzini, con il contributo della Presidenza del Consiglio Regionale delle Marche, della Giunta Regionale Marche della Provincia di Ancona e della Camera di Commercio di Ancona, del Birrificio Cerna Hora, e con il patrocinio del Comune di Ancona.

La rassegna, curata dall’architetto Massimo Di Matteo, raccoglie oltre venti sculture, fra le riproduzioni e gli originali del Museo Omero, (che tracciano un rapido excursus storico da Fidia, a Michelangelo, a Bernini) ed alcune opere dell’artista non vedente Felice Tagliaferri, opere legate tra loro dalla direttrice di significato contenuta nel titolo.

L’esposizione di Praga “corona gli sforzi compiuti per fare conoscere un’istituzione unica”- sottolinea il Presidente del Museo Omero Roberto Farroni - “che può contribuire ad accrescere in ogni paese la sensibilità per una cultura senza barriere”.

Informazioni:

Orari mostra: dal lunedì al giovedì: 9.00 -13.00, 14.00 -18.00, venerdì 9.00 - 13.00. Dal 29 al 31 dicembre 2008 solo la mattina.
Chiusura: sabato e domenica, 24 e 26 dicembre; 1 e 6 gennaio.
Dove: Chiesetta palatina dell’ex Ospedale degli Italiani sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga. Šporkova 14 - 118 00 Praha 1 - Malá Strana.
Telefono: +420 257 090 681
Fax: +420 257 531 284
E-mail: iicpraga@esteri.it
Web: www.iicpraga.esteri.it

da sinistra Farroni, Sturani, Casagrande, Pigliapoco, Rinaldi, Guzzini

Link interno:

Scarica l'allegato