Locandina Spettacolo teatrale

"La cultura è di tutti. Partecipa anche tu!"

Il Museo Tattile Statale Omero partecipa anche quest'anno alla Settimana della Cultura (dal 9 al 17 aprile 2011) promossa dal Ministero peri Beni e le Attività Culturali. Giunto alla XIII edizione, l'appuntamento si propone di trasmettere l'amore per l'arte e favorire nuove esperienze culturali attraverso la conoscenza dell'immenso patrimonio italiano, per una partecipazione estesa e capillare su tutto il territorio, soprattutto da parte delle giovani generazioni.

Il nostro Museo propone tre appuntamenti di rilievo durante la settimana:

13 aprile 2011: Visita tattile alla mostra "Derive" alla Mole Vanvitelliana di Ancona

La mostra, curata da Nicoletta Frapiccini, propone l'opera di tre giovani artisti anconetani, Kane Caddoo, Gabriele Cesaretti e Marco Montenovi, che si fanno interpreti del tema della deriva, nel linguaggio che a ciascuno è più consono e nella valenza per ognuno più pregnante. Il Museo Omero per l'occasione realizzerà i supporti tiflodidattici (didascalie e pannelli in Braille, traduzione a rilievo di alcune opere); inoltre il 13 aprile Andrea Socrati interverrà la mattina al Convegno "Educazione Museale e Arte contemporanea. Metodi, strategie, criticità" (Ridotto del Teatro delle Muse) e Massimiliano Trubbiani coordinerà nel pomeriggio alle ore 15.30 la visita tattile alla mostra "Derive" alla presenza degli artisti. La visita è gratuita. Prenotazione obbligatoria (tel. 071 28 11 935 - info@museoomero.it).

14 e 15 aprile 2011: Corso Nazionale L'accessibilità al patrimonio museale e l'educazione artistica ed estetica delle persone con minorazione visiva.

Il corso, giunto alla ottava edizione è dedicato alla formazione di operatori del settore e docenti. Tutte le informazioni nel link alla fine della pagina.

17 aprile 2011, Spettacolo teatrale "Lavoro? (Ma se) non vedo l'ora...": pomeridiana ore 17.00 serale ore 21.00.

Di e con il Gruppo Teatrale dell'Unione Italiana Ciechi sezione di Ancona. Regia di Antonio Lovascio. Protagoniste Giulia Pagoni, Stefania Terrè, Barbara Roefaro. Dopo il successo ottenuto al debutto, lo scorso marzo, la rappresentazione teatrale viene riproposta in una doppia replica, pomeridiana alle ore 17 e serale alle 21, nello spazio unico del Museo Omero. Lo spettacolo, senza pietismo ma con autoironia, mette in scena tre percorsi diversi nel buio della cecità, tre donne che trovano la forza necessaria per andare avanti nonostante le difficoltà, le paure e l'indifferenza generale. Tre donne e un obiettivo comune: vincere il pregiudizio e vivere la loro vita fino in fondo. Tre storie che attraverso la fantasia, i ricordi, il coraggio e la forza ci raccontano: sogni, speranze, bellezza e tante, tante possibilità.

La produzione teatrale è di un Ponte tra Culture società Cooperativa in collaborazione con UIC - sezione di Ancona e il Museo Tattile Statale Omero e rientra nella Rassegna "Memorie del lavoro", progetto che ha vinto il bando Cohabitat 2010 indetto dalla Provincia di Ancona.

I posti per lo spettacolo sono limitati. L'ingresso allo spettacolo è gratuito. La prenotazione è obbligatoria.

Informazioni e prenotazioni:

Museo Tattile Statale Omero
Via Tiziano 50 Ancona;
Tel. 071 28 11 935;
Email info@museoomero.it .
Orario di apertura del Museo: dal martedì al sabato: 9 -13; 15 -19; domenica: 16 - 19.30. L'ingresso al Museo è gratuito.

Link interno:

Link esterni: