"ARTE MULTISENSORIALE QUALE CANALE DI INTEGRAZIONE" (Bando 2012 pubblicato sul sito www.serviziocivile.marche.it in data 31/10/2012).

Il Museo Tattile Statale Omero accoglierà presso la propria sede 2 volontari in Servizio Civile Regionale con il progetto "arte multisensoriale quale canale d'integrazione".
La domanda di ammissione, redatta secondo il facsimile allegato (allegato 3), la scheda di dichiarazione e una copia del documento di identità dovranno pervenire entro le ore 14.00 del 02/12/12, con proroga al 03/12/12 al seguente indirizzo:
Museo Tattile Statale Omero, Banchina G. da Chio 28, 60121 Ancona. Gli orari di consegna presso la Segreteria del Museo sono i seguenti: dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 14.00.

Il Bando e i relativi allegati sono disponibili sul sito del Servizio Civile della Regione Marche www.serviziocivile.marche.it.

Ai volontari che parteciperanno al progetto del Museo Tattile Statale Omero saranno riconosciuti tirocini dall'Università degli Studi di Macerata.
I volontari che parteciperanno al progetto potranno acquisire, inoltre, competenze altamente specifiche:
- in campo dell'educazione ed estetica per i minorati della vista,
- accoglienza e assistenza ai disabili in particolare ai non vedenti,
- didattica plurisensoriale,
che saranno certificate e riconosciute dall’Ente terzo I.Ri.Fo.R, Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione onlus, e dall’ente proponente.

PROGETTO: ARTE MULTISENSORIALE QUALE CANALE D'INTEGRAZIONE 

SCHEDA INFORMATIVA

Modalità di selezione dei volontari
Per partecipare alla realizzazione dei progetti i candidati devono aver compiuto il diciottesimo e non superato il ventinovesimo (28 anni e 364 giorni) anno di età alla data di presentazione della domanda.
Senza distinzione di sesso, possono presentare domanda per il servizio civile regionale i cittadini italiani che hanno domicilio o dimora nel territorio marchigiano, nonché i cittadini di altri Paesi e gli apolidi che siano residenti in un comune compreso nel territorio regionale
Non possono presentare domanda: gli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia; i volontari già impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile (non è possibile cioè interrompere il servizio per partecipare alle selezioni per un nuovo progetto), o che abbiano già svolto il predetto servizio, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista; i giovani che abbiano in corso con l'ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell'anno precedente di durata superiore a tre mesi.
Gli aspiranti volontari devono presentare domanda per uno solo dei progetti previsti dal sopraccitato bando, pena l'esclusione della candidatura, e devono inviare l’allegato 3 con firma autografa.
Questo ente per provvedere alla selezione dei volontari si basa sui criteri disposti dalla Regione Marche, nel bando pubblicato in data 31/10/12.

Ad ogni candidato che abbia dimostrato di possedere i requisiti richiesti, verrà attribuito, a seguito di un colloquio, un punteggio.
Il punteggio massimo che un candidato può ottenere è pari a 110 punti, così ripartiti:

  1. titoli di studio, professionali e altre conoscenze: max. 20 punti
  2. precedenti esperienze: max. 30 punti;
  3. approfondimenti durante il colloquio: max. 60 punti;

1) Titoli di studio, professionali e altre conoscenze (complessivamente = 20 punti. Si precisa che per i titoli di studio si valuterà solo il titolo più elevato)
Lauree (vecchio ordinamento o magistrale) attinenti al progetto = 12 punti
Laurea (vecchio ordinamento o magistrale) non attinente al progetto = 10 punti
Laurea di primo livello (triennale) attinente al progetto = 10 punti
Laurea di primo livello (triennale) non attinente al progetto = punti 8
Diploma attinente al progetto = punti 8
Diploma non attinente al progetto = punti 6
Frequenza scuola media Superiore = fino a punti 4 (per ogni anno concluso punti 1)
b) Titoli professionali (es. qualifiche professionali; post laurea ecc.):
Attinenti al progetto = fino a 8 punti
Non attinente al progetto = fino a 4 punti
Non terminato = fino a 2 punti
2) Precedenti esperienze
Precedenti esperienze maturate presso l’Ente che realizza il progetto e nello stesso settore
(max 12 punti)
Precedenti esperienze maturate nello stesso settore del progetto presso Enti diversi
(max 9 punti)
Precedenti esperienze maturate presso l’Ente che realizza il progetto in un settore diverso da quello del progetto (max. 6 punti valutabili)
Precedenti esperienze maturate presso Enti diversi da quello che realizza il progetto (max. 3 punti)
 

Numero di volontari impiegati nel progetto: 2
Ore di Formazione Generale e Specifica: rispettivamente 30 e 70 ore realizzata in proprio nella propria sede con personale interno ed esterno come specificato dal Progetto (i formatori sono: Daniela Bottegoni, Cristiana Carlini, Aldo Grassini, Giovanna Patarca, coadiuvati da esperti)
Numero ore di servizio settimanali dei volontari: 1400 ore (monte ore annuo) con minimo 12 ore a settimana
Giorni di servizio a settimana dei volontari: 5
possibilità di impegno nei giorni festivi durante l’apertura al pubblico del Museo e in occasione di eventi straordinari con giorni di servizio elevati a 6 a settimana (mantenendo il minimo di 12 ore settimanali); partecipazione a corsi di formazione e approfondimento, disponibilità a missioni e/o trasferimenti.

Partner del Progetto
Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti,
Lega del Filo d’Oro,
Ente Nazionale Sordi,
Associazione Per il Museo Tattile Statale Omero ONLUS,
associazione A..R.I.S.M.
istituto d’arte – liceo artistico "E. Mannucci"

Obiettivi del Progetto:
Il presente progetto si sviluppa su più livelli che confluiscono nell'obiettivo generale "ampliare le opportunità di fruizione e godimento dell’arte, risorsa fondamentale per l’educazione e la crescita personale di tutti, ed in particolare delle persone svantaggiate per condizione psicofisica, sociale o per provenienza da culture altre".
Si realizzerà pertanto attraverso i seguenti obiettivi specifici:
1) potenziare la rete di collaborazione intermuseale, con particolare attenzione al coinvolgimento di musei di arte moderna e contemporanea, al fine di incrementare il numero di iniziative volte ad agevolare l'accessibilità al patrimonio culturale e museale da parte di soggetti con minorazione visiva.
2) progettare e realizzare iniziative per un'arte plurisensoriale, che favoriscano il godimento e la fruizione del patrimonio artistico da parte di tutti, consentendo in tal modo di migliorare l’emancipazione sociale e la crescita personale di soggetti con disabilità.
3) Sensibilizzare all'accessibilità al patrimonio culturale le giovani generazioni rendendole consapevoli del loro ruolo attivo e di quanto possano contribuire attivamente al raggiungimento di tale obiettivo, facendo loro conoscere i principali protagonisti ed i molteplici linguaggi dell'arte contemporanea.
4) Coinvolgere direttamente soggetti svantaggiati per condizione psicofisica, sociale, provenienza da culture "altre", nella convinzione che la cultura e l'espressione artistica siano risorse fondamentali per l’educazione e la crescita personale di tutti.
5) Promuovere a livello regionale e nazionale ad un pubblico non specialistico l'attenzione all'accessibilità.

Scarica l'allegato:

Link esterno: