Logo Museo regole d'Ampezzo

Le mie montagne tattili
Martedì 4 giugno 2013, ore 16.30
Museo Etnografico "Regole d’Ampezzo" , Cortina d'Ampezzo

LABORATORIO TATTILE AI MUSEI DELLE REGOLE D'AMPEZZO

I Servizi Educativi dei Musei delle Regole ripropongono la seconda edizione di un'iniziativa che ha permesso di avvicinare anche i più piccoli al ricco patrimonio museale: "Esploriamo i musei...A REGOLA D'ARTE", la rassegna di laboratori didattici dedicati alla fascia dell'età dell'infanzia (3-6 anni). Attraverso questi appuntamenti i bambini possono esplorare tutte le tematiche proposte dai musei delle Regole (l'arte, le tradizioni locali, la storia del territorio, la geologia), con particolare attenzione al rapporto con la natura che le Regole e il Parco delle Dolomiti d'Ampezzo contribuiscono a proteggere e preservare.
Dei cinque appuntamenti in programma a maggio 2013 uno in particolare è dedicato alla sensorialità: Le mie montagne tattili, un laboratorio per esplorare le montagne attraverso suggestioni plurisensoriali, lasciandosi guidare dai suoni della natura e dal tocco delle proprie mani.
I laboratori si svolgono tutti i martedì dal 7 Maggio al 4 Giugno 2013 dalle 16.30 alle 18.30 presso la sala didattica del Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo".

I MUSEI DELLE REGOLE

Tre sono le realtà museali delle Regole d'Ampezzo, la secolare istituzione di proprietà collettiva che oltre alla gestione del patrimonio naturale di boschi e pascoli svolge un'attività culturale finalizzata alla conservazione, promozione e valorizzazione delle tradizioni e dei beni storici e artistici della comunità.

Il Museo di Arte Moderna "Mario Rimoldi" è stato inaugurato nel 1974 grazie alla cospicua donazione della vedova del collezionista Mario Rimoldi, che nel corso della sua vita instaurò una profonda amicizia con molti degli artisti frequentatori della conca ampezzana. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha dichiarato la collezione uno degli insiemi più significativi in Italia per l'arte del XX secolo per la presenza di alcuni capolavori di autori come Savinio, Garbari, Depero, Guttuso e di alcuni consistenti nuclei che risultano imprescindibili per lo studio di de Pisis, Sironi, De Chirico, Semeghini, Tomea, Tosi, Campigli. Il museo collabora con prestiti a mostre temporanee di importanti istituzioni in Italia e all'estero.

Il Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini", inaugurato nel 1975, è nato dalla passione del raccoglitore ampezzano che ha dedicato la sua vita alla raccolta di fossili, ottenendo la laurea honoris causa in Scienze Naturali. Nel corso degli anni la raccolta si è arricchita per merito di altri appassionati, rendendo possibile la formazione di una delle più consistenti collezioni di fossili oggi esistenti. Nelle vetrine del museo sono racchiusi milioni di anni di storia della vita sulla terra a testimonianza dell'evoluzione geologica e morfologica di questo territorio, dal 2009 patrimonio UNESCO. Dall'estate 2012 è stata inaugurata una nuova sezione dedicata alla botanica, in collaborazione con il Parco delle Dolomiti d'Ampezzo.

Il Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo" illustra attraverso un'esposizione selettiva di oggetti e immagini la tradizione silvo-pastorale della comunità regoliera. Il percorso museale, incentrato sulle Regole d'Ampezzo, ha lo scopo di far capire a tutti i visitatori come dietro un paesaggio di boschi e pascoli, che tutti ammirano, vi siano scelte secolari che le generazioni passate hanno compiuto e come questa istituzione, tuttora riconosciuta, sia oggi ancora valida e operante.


I SERVIZI EDUCATIVI DEI MUSEI DELLE REGOLE

L'obiettivo che i Servizi Educativi dei Musei delle Regole portano avanti dal 2011 è quello di mettere i giovani a contatto diretto con il patrimonio culturale custodito nei musei, trasformandolo da oggetto a progetto di società. Da museo-conservazione a museo-laboratorio, dove poter essere protagonisti attivi di esperienze che hanno un alto valore educativo ma anche emotivo, grazie agli strumenti della musica, del teatro e della danza. Rendere i musei accessibili significa soprattutto rendere accessibile il territorio, di cui sono un fondamentale centro di interpretazione e che permettono di riconoscersi parte di una comunità non per la semplice appartenenza a un luogo fisico ma perché si conosce, si riconosce e si costruisce insieme il proprio patrimonio. Parallelamente all’offerta didattica rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, durante l'anno vengono organizzate due rassegne di laboratori e animazioni museali: "Esploriamo i musei...A REGOLA D’ARTE" per bambini dai 3 ai 6 anni e "IL MUSEO INCANTA", per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni. A dicembre 2012 i Servizi Educativi hanno aderito al progetto Rebirth-day di Michelangelo Pistoletto con l'iniziativa "NaturArti" che ha portato l'arte contemporanea al museo Etnografico "Regole d'Ampezzo", realizzando un video che è stato inserito nel DVD allegato al catalogo della personale dell’artista al Louvre di Parigi.

MUSEI DELLE REGOLE D'AMPEZZO
Museo di Arte Moderna "Mario Rimoldi", Corso Italia 69
Museo Paleontologico "Rinaldo Zardini", Via Marangoi 1
Museo Etnografico "Regole d'Ampezzo", Località Pontechiesa
CITTA’ Cortina d'Ampezzo CAP 32043
TELEFONO 0436/2206
FAX 0436/2269
EMAIL museo@regole.it
SITO WEB www.musei.regole.it
PERSONALE REFERENTE
Alessandra de Bigontina, Direttrice dei Musei delle Regole direzione.museorimoldi@regole.it
Stefania Zardini Lacedelli, Responsabile dei Servizi Educativi dei Musei delle Regole didattica.musei@regole.it

Link interno:

Link esterno: