manifestoIl Museo Tattile Statale Omero partecipa al Grand tour cultura 2014 "Musei - Archivi - Biblioteche Crocevia di culture" promosso dalla Regione Marche (24 ottobre - 14 dicembre 2014) con la mostra multisensoriale "PASSAGGI: le parole dell'umanità attraverso la cultura ebraica", e relativi laboratori didattici per gruppi, famiglie e scuole (primaria - secondaria di II grado).

La mostra PASSAGGI, le parole dell'umanità attraverso la cultura ebraica

La mostra, aperta fino al 14 dicembre 2014, si propone come luogo d'incotro tra culture e centro attivo nella promozione della circolazione di idee tra Paesi diversi, obiettivo del Grand Tour cultur 2014. Promossa dal Museo Tattile Statale Omero e la Comunità Ebraica di Ancona ha visto la collaborazione della Biennale di Arte Ebraica Contemporanea di Gerusalemme e il sostegno dell'Ambasciata Israeliana di Roma.

Cuore dell'esposizione è un grande patchwork di stoffa, (non una barriera), ci accoglie e vuole essere attraversato, per accompagnarci metaforicamente in quel viaggio interiore necessario per raggiungere una possibile differente dimensione, una quarta dimensione che metta il "mondo sottosopra", dando spazio al sogno e all'immaginazione. Questo si propone l'installazione ideata e realizzata da Andrea Sòcrati. Una rivisitazione del Muro del pianto, uno dei luoghi più sacri e importanti di Gerusalemme e di Israele, dove gli ebrei si recano per pregare, per esprimere i loro desideri e i loro pensieri più intimi. E' lì che la parola diviene soglia, luogo di incontro tra fisico e spirituale, tra umano e divino. La forza spirituale e mistica del Muro occidentale viene espressa anche attraverso le sculture di Sòcrati in terracotta e gesso e una serie di termografie a rilievo; mentre una seconda serie di termografie e installazioni rievocano il fantastico e visionario mondo di Marc Chagall. Quattro artisti di Gerusalemme portano in mostra la terra, i suoni, gli umori di Israele, con quattro opere: Chana Cromer, The Distaff Side, dal Libro dei Proverbi, "La donna di carattere"; Ruth Schreiber, "Love letters", lettere in porcellana con ispirate alle lettere lasciate nelle fenditure del Muro occidentale di Gerusalemme; Andi Arnovitz, "Construct/Destruct" attraverso mattoni serigrafati con e sulle pietre della città vecchia ricorda il Tempio di Salomone; Neta elkayan, artista tra musica e arti figurative, audio dal titolo "Abuhatzeira".

L'adozione per alcune opere in mostra dalla tecnologia NFC, oltre ad esaltarne la multisensorialità favorirà l'accessibilità alle persone con disabilità, come nello spirito e nella missione del museo Omero.

L'Ebraismo con Chagall: laboratorio interculturale

Il laboratorio si propone come viaggio multisensoriale alla scoperta di una cultura millenaria e straordinaria come quella ebraica, partendo dall'opera di uno dei più importanti artisti ebrei: Marc Chagall. Tutti i sensi entreranno in gioco con profumi, musiche, percorso al buio, per finire con una personale rielaborazione e riflessione in laboratorio, attraverso la costruzione di libri tattili oppure di manufatti in argilla.

Info

Orario apertura mostra: fino al 14 dicembre: dal martedì al sabato 16 - 19; domenica e festivi 10 - 13 e 16 - 19.

Ingresso: libero.

Visite guidate e laboratori didattici a cura dei Servizi educativi del Museo Omero.
Prenotazione obbligatoria. Costo: euro 3,70 per gruppi e scuole (esclusi docenti); euro 4,00 per singoli e famiglie. Gratuito disabili e accompagnatori, bambini 0 - 4 anni. Tel.071 28 11 93 5 (dalle 9.00 alle 14.00), e-mail: didattica@museoomero.it.

Museo Tattile Statale Omero - Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28 - 60121 Ancona
Email: info@museoomero.it
Telefono 071.2811935

Link interno:

Link esterno: