copertina

19 Luglio ore 21,30 - Corte della Mole, Ancona
Sensi d'Estate 2018 - Ingresso libero

Malte

presenta

NELLA GIUNGLA DELLE CITTA'. L'IRRUZIONE DEL REALE / 3.LA PORTA

testo e regia di Sonia Antinori

Progetto Vincitore MigrArti Spettacolo 2018

con i partecipanti del Laboratorio Jungle People Ancona
gli attori della Compagnia Malte
e la partecipazione straordinaria di Carla Manzon
coreografie e movimenti scenici Stefania Zepponi
luci e spazio scenico Francesco Dell'Elba
musica e suono Slate
costumi Stefania Cempini
video Matteo Lorenzini
mediazione interculturale e linguistica Stefania Scuppa
ufficio stampa Irene Pezzella
organizzazione Michela Cavaterra
progetto grafico Helene Lageder
fotografo Lorenzo Pavani

con il sostegno del Mibact

in partenariato con ACADS (Associazione Culturale Arancia Donna Subsahariana), Casa delle Culture di Ancona, Free Woman Onlus, La Gemma Onlus, IRS l'Aurora Cooperativa Sociale, Vivere Verde Onlus

con la collaborazione di Regione Marche, Assemblea Legislativa delle Marche, Comune di Ancona, Comune di Jesi, Comune di Senigallia, CPIA Ancona, ANPI Comitato Provinciale Ancona, Museo Tattile Statale Omero, Ambasciata dei Diritti delle Marche, Istituto Comprensivo "Federico II" di Jesi, Odòs Società Cooperativa Sociale, Ya Basta Marche, Spazio Comune Autogestito TNT, Comunità Bengalese di Jesi.

Le nostre città stanno cambiando. Sono cambiate. Ma è difficile che Amehd incontri Pietro e Raissa Maria. Ci si guarda da lontano, con sospetto. Qualche volta ci si scontra apertamente. Ma chi è quello che incrocio sulla piazza davanti al supermercato? Chi è quella col velo che cammina di fronte a casa mia? Brecht negli anni Venti ha scritto un testo sulla boxe, su uomini che diventano nemici perché cercano nemici, senza una ragione, forse solo per capire chi sono. Dove finisce l'altro, lì ci sono io. Un po' così. Ma allora è la giungla, la giungla delle città. L'irruzione della realtà nel nostro mondo. Come quando a 12 o 13 anni si lasciano i giochi e si prende a guardarsi attorno, si guarda fuori, perché il corpo chiama, la vita chiama. E se questa che stiamo vivendo fosse proprio l'adolescenza della nostra società? Se fosse un principio invece che una fine?

Un progetto utopico, racchiuso simbolicamente nella cornice della Mole di Ancona: un luogo sospeso tra mare e terra, tra la dimensione sconosciuta dell'altro e la nostra casa. Un progetto con Junior, Mohamed, Sonia, Mehedi e altri ancora, per riflettere su di loro, ma anche e soprattutto per riflettere su di noi. Concepito nell'ambito del Bando MigrArti 2018, indetto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la valorizzazione delle culture immigrate e lo sviluppo del dialogo interculturale, il lavoro è stato sviluppato dalla Compagnia Malte con immigrati di diverse provenienze geografiche, tra cui Bangladesh, Pakistan, Sierra Leone, Liberia, Costa d'Avorio, Guinea, Nigeria, Camerun, Mali, Senegal.

Attori e pubblico si confronteranno su convivenza civile, accoglienza e diritti in uno spettacolo in cui i conflitti vengono messi a nudo e le conclusioni sommarie superate da una contronarrazione sulla mutazione sociale in atto dalla viva voce dei testimoni. Il lavoro presentato a Sensi d'estate è la tappa conclusiva di un percorso articolato su tre città del territorio: primi appuntamento a Senigallia (10 luglio) e Jesi (14 luglio) con altrettanti capitoli di questo appassionante viaggio teatrale.

ARTE

Aperte e visitabili dalle ore 21 alle 24 le sale del Museo Omero e la Mostra FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. Cinque artisti marchigiani a significare, nell'originalità delle loro poetiche, gli orientamenti della scultura contemporanea. 
Quasi quaranta le opere - tra sculture, disegni e bozzetti frutto delle ricerche più recenti - fatte di diversi materiali cui si riconosce una sorta di "vocazione formale", un'anima sensibile.  L'argilla dipinta, il legno, il travertino, i metalli, lavorati o assemblati, ma anche carte, stoffe, spaghi di un'inedita qualità tattile, offrono, tra figurazione e astrazione, sviluppi espressivi inattesi e forma e materia si modulano vicendevolmente, raggiungendo una mirabile sintesi.

LA PREVENZIONE NON VA IN VACANZA

Un banchetto informativo promosso dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti - sezione di Ancona fornirà materiale sulla prevenzione delle più diffuse patologie dell’occhio che possono insorgere d'estate. Sarà presente anche un esperto.

INFO

Lo spettacolo si svolge all'aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli saranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l'Associazione "Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus". 

La rassegna Sensi d'estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona - La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione "Per il Museo Tattile Statale Omero" ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Tattile Statale Omero - Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio, 28
60121 Ancona
Tel + 39 071.2811935
Fax + 39 071.2818358
Email info@museoomero.it
#museoomero #sensidestate2018

Link interni:

Link esterno: