locandina

Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica
Sport, Dialogo, Cultura, Valori
Trofeo Internazionale di Calcio Giovanile - Anno 2018

Tema della VI edizione "Lo sport: ponte tra i mari, ponte tra le generazioni"

Sulla scia delle edizioni precedenti anche quest'anno il Comitato promotore - composto da Associazione Sportiva Giovane Ancona Calcio (ente promotore), Regione Marche, Arcidiocesi di Ancona-Osimo, Segretariato per l'Iniziativa Adriatico Ionica, CONI - Marche, Comuni di Ancona, Split, Arcevia e Ostra, Unione dei Comuni delle Terre della Marca Senone (Senigallia, Arcevia, Barbara, Ostra, Ostra Vetere) Fora delle Camere di Commercio e delle Città dell'Adriatico e dello Ionio, dall'Ufficio Scolastico per le Marche – III ambito di Ancona, ANCI delle Marche, Autorità di Sistema Portuale del Medio Adriatico, Museo Statale Tattile Omero, Camera di Commercio di Ancona; Garante dei Diritti dei bambini e degli adulti delle Marche - ha organizzato il progetto sportivo, culturale e turistico "Noi in gioco per la Macroregione Adriatico Ionica" rivolto a giovani giocatori di calcio croati e italiani nati nel 2005 e 2006, iscritti ad associazioni o Club sportivi che militano nei tornei di calcio dei rispettivi paesi.

L'iniziativa è in continuità con gli Youth Games of the Adriatic and Ionian Region che si sono svolti ad anni alterni ad Ancona e si propone di sensibilizzare ulteriormente i giovani sul tema della Macroregione.

Il progetto si propone di contribuire a:

- diffondere la pratica e i valori dello Sport,
- favorire il Dialogo Culturale, a partire dal recupero della memoria storica e dalla valorizzazione delle radici comuni delle comunità adriatiche;
- incrementare il Turismo Giovanile e sportivo;
- trasmettere Stili di Vita Sostenibili come la corretta alimentazione legata al territorio all'uso di prodotti biologici e allo sviluppo sostenibile;
- educare alla cittadinanza europea e il senso di appartenenza alla Macroregione Adriatico Ionica.

- Squadre italiane: Provincia di Ancona: Giovane Ancona Calcio, Provincia di Ascoli Piceno: Ascoli Picchio; Provincia di Pesaro e Urbino: Alma Juventus Fano; e infine Atalanta Bergamasca;
- Squadre croate: HNK Hajduk e Adriatic Split, alcune classi della scuola "Poijsan" di Spalato.

Articolazione del progetto:
Fase A - Ancona (Italia): si svolge in due giornate (4/5 settembre) nelle quali, oltre alle competizioni sportive, saranno organizzate una visita culturale - turistica alla città storica di Ancona e una visita presso il Museo Tattile Statale Omero. Sarà inoltre proposto un evento d'intrattenimento e riflessione sui temi specifici del progetto, con musica e saggio di danza a cura degli studenti di una scuola. Seguirà, infine, un incontro con le istituzioni e le autorità locali. Durante l'incontro verrà consegnato ai capitani delle squadre "Il pallone della Pace".  Verrà dato spazio anche alla presentazione e degustazione di prodotti
biologici del territorio (il cibo come benessere e salute).
Fase B - Spalato (Croazia): il torneo si svolge in una unica giornata (11 settembre). La delegazione italiana (normalmente due squadre) dedica la mattinata alla visita guidata della città storica e all'incontro con i ragazzi della scuola Poijsan, dove si affrontano insieme i temi specifici della manifestazione. Segue una partita di calcetto e il pranzo presso la struttura scolastica. Nel pomeriggio si svolgono le partite del torneo di calcio e le premiazioni. Parallelamente, viene organizzata una "food demonstration" con i prodotti del nostro territorio presso la Camera di Commercio croata, con la partecipazione di imprenditori locali.