Sala mappamondo

Anche a portatori di disabilità motorie e sensoriali

Sabato 4 luglio, presso la Sala Ritratti del Palazzo dei Priori di Fermo, si è svolta la presentazione degli interventi di accessibilità per il superamento delle barriere architettoniche e sensoriali realizzati nella Sala del Mappamondo.

La Sala del Mappamondo di Fermo sarà per la prima volta, dal 1688, fruibile da coloro che sono affetti da disabilità motorie e sensoriali (vista e udito).

Il Comune di Fermo è il primo ad aver concluso, nei tempi previsti, gli interventi di accessibilità fruitiva contemplati da un progetto della Regione Marche nel prezioso e affascinante spazio, facente parte del Polo museale del Palazzo dei Priori e principale sito di attrazione turistica della rete museale cittadina.

Gli interventi di accessibilità fruitiva sono stati realizzati con il contributo della Regione Marche - Assessorato alla Cultura e con la collaborazione del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, del Conservatorio Statale di Musica G.B. Pergolesi e del Liceo Artistico U. Preziotti e O. Licini di Fermo.

La Sala del Mappamondo è esemplificativa nella sua duplice natura di spazio museale e di scrigno bibliografico, crocevia fisico (come punto di intersezione tra il Palazzo degli Studi sede della Biblioteca e il Palazzo dei Priori sede del Polo Museale cittadino), materiale (per la compresenza secolare che offre dai libri ai cimeli museali) e culturale nel suo complesso, delle diverse vie dei saperi e della memoria tramandata.

E' sita al piano secondo del Palazzo dei Priori ed è raggiungibile tramite ascensore, ma l'accesso alla Sala presentava l'ostacolo di una rampa di 8 scale per raggiungere il livello rialzato sul quale si affaccia la sala e di due scalini antichi che immettono immediatamente nella stanza.

In particolare, quindi, gli interventi per agevolare l'accessibilità a chi è portatore di disabilità motorie hanno riguardato la posa in opera di ausili per il superamento dei dislivelli.

Quelli per favorire l’accessibilità e la fruizione dei contenuti alla disabilità visiva hanno visto:

Gli interventi per favorire l'accessibilità e la fruizione dei contenuti alla disabilità uditiva hanno riguardato invece:

Le azioni condivise con gli altri partner del progetto, fra cui il Museo Omero, coinvolgeranno la Sala del Mappamondo ed i restanti musei che aderiscono al progetto in riferimento a:

Link interno:

Link esterni: