4° e 5° elementare, Secondaria di Primo grado, Secondaria di Secondo grado.

Obiettivi:

  1. Prologo: Terra e cielo stellato. Si parte da qui per evidenziare il legame di Trubbiani con la sua terra di origine, la sua crezione infatti nasce da una dimensione fortemente agraria (entroterra maceratese). Fondamentale è anche il legame con l'antico, in particolar modo l’archeologia, molto importante nel territorio marchigiano. L'archeologia si mescola al quotidiano agrario.
  2. Macchine belliche: Periodo giovanile di Trubbiani. Legame dell'artista con la sua terra di origine e il lavoro agricolo. Suo padre era un fabbro ferraio che aggiustava macchine agricole, infatti in alcune opere sono assemblati pezzi di macchine (cisterna, lama, ingranaggio).
  3. Mare, Corazzate e Federico Fellini: Legame di Trubbiani con la città di Ancona. Riferimento alla città di Ancona con il suo mare ed il porto. Scena che richiama ricordi storici riguardanti il porto e il periodo bellico della città. Ideale del porto: apertura verso altre culture, paesi ed usanze. Gusto favolistico dell’esotico . "Il mare come luogo dell'avventura".
  4. Ciriaco de Pizzecolli e la su Ancona. Ciclo di dipinti dedicati ad Ancona. Vocazione marinara della città, memorie classiche (es. Arco di Traiano) e medievali (Duomo di San Ciriaco), ricordi di guerra (Città assediata, Città occupata) ed episodi immaginari con protagonista la città.
    In laboratorio: Ogni alunno mostrerà l'oggetto che avrà portato da casa quale simbolo/ricordo delle proprie origini dandone breve spiegazione. Verranno quindi messi a disposizione materiali e supporti con cui ogni partecipante costruirà una tavola tattile che racconta/rappresenta le proprie origini (il territorio di appartenenza, la casa, il quartiere, il paese di provenienza, la cucina tipica, usi e costumi). Finalmente, ogni alunno mostrerà e spiegherà al resto del gruppo il proprio lavoro e sceglierà uno degli oggetti portati dai compagni da aggiungere idealmente alla sua tavola tattile, motivando la scelta.

Tempi: 2,00 ore
N.B. ogni alunno dovrà portare un oggetto (possibilmente tridimensionale come un souvenir, un alimento, un vestito, un manufatto tipico, ecc.) che ricordi/rappresenti per lui le proprie origini, la propria città, il proprio paese di provenienza.